Archivi categoria: Sudan

‘E che cos’è un giornalista?’

Che bel posto, che pace, che quiete. Le casette in muratura sparse in mezzo alla sabbia, poco traffico, pochi rumori, la gente che ti saluta sorridendo per strada, la disponibilità degli abitanti  a comunicare con te anche se non parli … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La Nubia e l’ospitalità di un vecchio avvocato

Alle quattro di mattina era ancora buio a Khartoum, ma il mio taxi era già pronto a portarmi al pullman in partenza per Wadi Halfa. Siamo arrivati dove avevo acquistato il biglietto il giorno precedente, ma era ancora presto. Poco … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Trovare un biglietto per Wadi Halfa non è mai stato tanto divertente

Dopo il lungo viaggio sul Nilo – dove la polizia del SPLA aveva provveduto ad alleggerirmi di parte dei miei averi – e la registrazione al Foreign Office – cinquanta dollari americani per comparire su un registro obbligatorio nonostante il … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Registrazione per stranieri, o ‘come alleggerire i turisti prima che abbiano il tempo di pentirsi d’essere arrivati in Sudan’

Una cosa è bene chiarirla aldilà di ogni possibile malinteso. La popolazione sudanese, sia in una metropoli affollata come Khartoum che in un villaggio sperduto nel deserto nubiano come Wadi Halfa, è la comunità più accogliente, gentile e ospitale che … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Finalmente Khartoum

Ancora non risucivo a credere di essere tornato sulla terra ferma. Dodici giorni sul Nilo avevano scombinato tutti i miei equilibri, fisici ed emotivi, ma ero felice di essere di nuovo in una grande città, dove avrei trovato comodità, agio … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La fine di un capitolo, l’inizio di un’altra tappa

Dodicesimo giorno di viaggio. La polizia mi ha svegliato all’alba. Almeno questa volta non avevano torce da puntarmi in faccia. Si sono presi il mio lasciapassare e sono scesi dalla nave. Dopo un po’ sono tornati con un graduato e … Continua a leggere

Pubblicato in Sudan | Contrassegnato , , , | Lascia un commento