Piani destinati a fallire

Cercavo di capire cosa mi sarei dovuto aspettare dalla conclusione del mio viaggio. Cominciavo a sentire la stanchezza, e il fatto di non avere niente di intelligente da fare mi faceva sentire nel posto sbagliato ovunque mi trovassi. Come se non bastasse l’otturatore della mia macchina fotografica era andato a farsi benedire da quando avevo lasciato Hurghada – forse la sabbia del deserto nubiano o la salsedine nella brezza marina – e senza la mia fedele Nikon mi sentivo nudo come un verme e inutile come la birra senz’alcool, soprattutto in una città ancora in preda alla rivoluzione dove tutto poteva accadere. Non ci è voluto molto per capire che il fatto che mi fossi fermato a pensarci era solo un sintomo della stanchezza e della mia incertezza. Azione, non parole! Così ho telefonato in Alessandria per prenotare una camera all’Union Hotel e sono andato in Ramses Station a comprare un biglietto del treno.

Alessandria sarebbe stata la mia ultima tappa. In realtà mi sarebbe piaciuto arrivare fino in Tunisia – e magari arrivare su un gommone a Lampedusa! – ma avrei dovuto attraversare la Libia ancora sotto il fuoco della guerra civile, e il mio senso dell’avventura non bastava a una tale avventatezza, non senza la minima preparazione né uno straccio di appoggio logistico. Non volevo essere l’idiota che si è fatto ammazzera senza apparente motivo in una guerra in cui non c’entrava niente.

Fantasticavo di proseguire la marcia terrestre fino in Turchia, e poi arrivare in Grecia e sui balcani, ma in mezzo c’erano Giordano, Libano, Israele e Palestina. Smaniavo di visitare quei luoghi, ma non allo stremo delle mie forze fisiche e psichiche, in preda alla fretta di tornare a casa e perdendomi di conseguenza tutto ciò che valeva la pena fare e vedere. Quello sarebbe stato un altro viaggio, ne ero certo.

Così mi sono messo in treno verso Alessandria – Eskandrìa, o come preferisco io semplicemente Alex – da dove speravo di raggiungere il Belpaese in nave. Un altro piano destinato a fallire.

Annunci

Informazioni su Flavio Alagia

Esploratore intergalattico e cantastorie
Questa voce è stata pubblicata in Egitto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...